La danza sull’acqua di Wen-Chi Su: un momento di eterna bellezza

di Martina Grandori

L

a fluidità dell’acqua e la fluidità del corpo diventano una danza, una ipnotica e poetica performance su uno specchio d’acqua ad opera di Wen-Chi Su, che insieme a La Prairie ha dato vita a "Moving Towards the Horizon", una straordinaria presentazione di 10 minuti che incarna l'incontro tra luce e acqua.

Wen-Chi Su per La Prairie

Siamo sul bagnasciuga di Miami, le onde dell’Oceano Atlantico fanno da cornice, l’occasione è stata proprio Art Basel Miami Beach, la fiera d’arte contemporanea che si è tenuta ai primi di dicembre, dove è stata presentata l’ultima creazione di skincare della White Caviar Collection, la White Caviar Essence Extraordinarie che dona una incredibile luce all’incarnato.

La Prairie Beach Club Miami

Arte e scienza s’incontrano, l’istinto creativo e l’immaginazione infinita di una donna e la scienza di una delle più importanti case di bellezza al mondo scelgono di far confluire i loro saperi in un progetto che va oltre il salone di bellezza.

Ad ispirare l’artista multimediale taiwanese, nonché coreografa e ballerina, la maestosa natura svizzera, la scintillante luminosità dei suoi laghi, scrigni di un paesaggio onirico, palcoscenico di una danza dove la luce danza accarezzando le onde in nome di una performance magnetica.

Scavando nel profondo, focalizzandosi sulla liquidità del suo corpo, When- Chi Su ha cercato di dialogare con l’acqua inscenando un ballo. «Per questa danza sono molto più lenta del solito. L’acqua fluisce naturalmente veloce ma è giusto rallentarla per sperimentarne la sua forma in ogni minuto, ogni secondo. Questo sguardo di lentezza, il tempo che si ferma, è un’opportunità per noi esseri umani di essere riflessivi»

L’artista diventa così una luce che fluttua sull’acqua, i suoi movimenti soavi l’espressione di una sinergia fra corpo e acqua, un nuovo modo di comunicare attraverso le arti performative, un espediente attualissimo per trasmettere tematiche delicate su come la contemporaneità abbia messo in crisi certi archetipi, un mettere in discussione il modus vivendi dell’umanità di oggi.

Sono Martina Grandori, vivo quotidianamente con il senso dell’umorismo e alla ricerca dell’estetica, tento di migliorarmi ogni giorno in nome di una magica evoluzione, nutrendo il mio giardino degli interessi. Adoro scrivere, lo faccio da vent’anni in qualità di giornalista specializzata in lifestyle, prestata poi al mondo dell’ambiente e della sostenibilità. Sono madre di due bambine che hanno rivoluzionato la mia vita in positivo, da 41 anni vivo nella bellissima Milano, città che adoro perché ha moltissimo da offrire oltre allo smog.

TOP

 

 

Nasce il nuovo progetto di comunicazione che unisce sotto un’unica piattaforma online gli appassionati del mondo dell’acqua declinato in tutte le sue forme.

 

La parola acqua deriva dal latino “aqua”, che a sua volta ha una radice indoeuropea, la stessa della parola onda, che passando dal greco diventa “unda” in latino.

Acqua e onda: ovvero identica radice linguistica per due elementi che non possono esistere l’uno senza l’altro. 

 

Le onde sono un movimento perpetuo, sono il fluido che rappresenta l’impulso positivo al cambiamento.

 

Da qui nasce l’avventura di “On the Blue”: che ogni giorno vi condurrà in un viaggio in compagnia di chi questo elemento lo vive e lo ha vissuto.

 

SEGUI LE NOSTRE

“ONDE BLU”!!!